Il compostaggio domestico

//Il compostaggio domestico

Il compostaggio domestico

2019-06-18T16:01:19+00:0012 Marzo 2018|

La compostiera è uno specifico contenitore capace di degradare e decomporre la frazione organica dei rifiuti. Ogni famiglia può collaborare a ridurre l’impatto derivante dal trasporto e dallo smaltimento dei rifiuti verso le discariche ottenendo inoltre la disponibilità gratuita di fertilizzanti ed ammendanti assolutamente biologici.

Fino ad ora ad Arenzano sono state consegnate circa 300 compostiere: chi le utilizza ha diritto a uno sconto sulla TARI (ARAL mette in atto controlli volti a verificare l’effettivo utilizzo).

Ecco qualche utile informazione:

IN COSA CONSISTE IL PROCESSO DEL COMPOSTAGGIO: 
Nel compostaggio i principali agenti sono insetti, batteri e funghi presenti nel terreno e negli scarti. Essi convertono la sostanza organica (avanzi di cucina, scarti del giardino e dell’orto, altri materiali biodegradabili) nei composti chimici più semplici e stabili: sali minerali, acqua e anidride carbonica.

QUALI SONO I VANTAGGI DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO:
– Il cittadino gestisce meglio i rifiuti, producendone di meno
– Inquina dunque di meno
– Fa bene al suo orto e ai suoi fiori
– Riduce le spese necessarie per smaltire i rifiuti

IL LUOGO ADATTO PER LA COMPOSTIERA
Va collocata preferibilmente in un punto dell’orto o del giardino praticabile tutto l’anno (cioè senza ristagni e fango). Pur se studiato per proteggere i materiali contenuti in qualsiasi situazione climatica, il punto migliore per collocare la compostiera è all’ombra di un albero non sempreverde: in estate le fronde proteggono dalla calura dei raggi diretti (se eccessiva, secca la massa) e dagli acquazzoni improvvisi, mentre in inverno i rami spogli lasciano passare i raggi tiepidi del sole che accelerano le reazioni biologiche.